Volo ambulanza a -30 °C

La scorsa settimana abbiamo potuto mettere alla prova la nostra capacità di essere a disposizione dei nostri pazienti anche in condizioni climatiche avverse: un diplomatico della Mongolia si trovava in pessime condizioni di salute ed era ricoverato in ospedale presso la capitale Ulan Bator. Un parente riteneva che l’assistenza medica fornita non era sufficiente, richiedendo pertanto il trasporto del paziente in aeroambulanza a Seoul, in Corea del Sud.

A sangue freddo in temperature gelide

Normalmente, un tale trasporto rappresenta per noi un’operazione di routine. Tuttavia, l’inverno rigido in Mongolia ha richiesto misure particolari. Per il giorno dell‘operazione erano previste anche in giornata temperature esterne di -30°. Tale condizione avrebbe rappresentato un ulteriore onere per il paziente.

Per questo motivo, non abbiamo effettuato la consegna del paziente in un’area priva di protezioni. Al contrario, l’aeroambulanza utilizzata, un Cessna Citation 560 XLS, ha parcheggiato in un garage chiuso, dunque in condizioni migliori. L’ambulanza è arrivata fin qui dopo aver prelevato il paziente dall’ospedale e il medico di volo lo ha preso in custodia.

Anche l’aereo doveva essere protetto dai possibili effetti delle temperature gelide. Pertanto, il personale di volo ha condotto uno sbrinamento meticoloso. Sul velivolo sono stati spruzzati con degli agenti chimici, eliminando il ghiaccio e la neve. Non sarebbe infatti stato possibile eseguire il volo in modo sicuro se si fosse formato del ghiaccio sull’aereo.

Volo sicuro verso la Corea del Sud

Subito dopo è decollata la nostra aeroambulanza. Durante il volo, il nostro paziente ha ricevuto assistenza costante da parte dell’equipaggio medico. Due parenti hanno accompagnato il paziente nel Cessna, per fornirgli supporto emotivo. Dopo appena tre ore di volo, il nostro aereo è atterrato in modo sicuro presso l’Incheon International Airport a Seoul. Lì, con temperature decisamente più confortevoli, abbiamo consegnato il paziente all’ambulanza che era in attesa, la quale lo ha condotto in modo sicuro verso l’ospedale di destinazione.

Mentre il paziente ora è sottoposto alle cure di medici esperti a Seoul, la sua famiglia si è presa il tempo di ringraziarci calorosamente per l’efficace trasporto. Auguriamo il meglio a tutte le persone coinvolte!

Torna alla pagina iniziale