Volo sanitario: come funziona la scorta medica?

Cos’è e come funziona la scorta medica su un volo sanitario? Rimpatriare un paziente è sempre una procedura delicata, qualunque sia il suo stato di salute, perciò non può mai mancare al suo fianco un’assistenza sanitaria qualificata.

La scorta medica è il team di medici e infermieri che accompagna il paziente durante il viaggio di ritorno in patria, o verso una nuova clinica specialistica. È composta da personale medico esperto, in grado di monitorare le condizioni cliniche del malato da trasportare e di intervenire tempestivamente, in caso di necessità.

Volo sanitario: come funziona la scorta medica?

Le compagnie aeree che organizzano voli medicalizzati, scelgono l’equipe sanitaria con grande cura, in modo da poter garantire ai malati trasportati, competenza e preparazione di altissimo livello. Durante un rimpatrio sanitario, sarà possibile perciò essere affiancati da medici qualificati, qualunque sia la patologia del paziente.

Oltre ai voli medici privati in aeroambulanza o eliambulanza, normalmente dotati di assistenza medica specializzata, è possibile anche usufruire del servizio di scorta medica su aereo di linea.

Assistenza medica su volo sanitario

I voli sanitari con scorta medica effettuati su aerei di linea, sono indicati per il trasporto di ammalati in condizioni di salute stabili, o comunque con patologie non gravi. In ogni caso, il personale medico e infermieristico prescelto, affianca il paziente per tutta la durata del viaggio.

L’assistenza al paziente, inizia infatti dal momento in cui quest’ultimo viene prelevato dal letto della clinica o dell’ospedale in cui è ricoverato. L’equipe medica incaricata, si occupa di far giungere con la massima sicurezza il paziente all’aeroporto, usufruendo di appositi mezzi di soccorso via terra. Si tratta di autoambulanze messe a disposizione dalla compagnia che organizza il rimpatrio sanitario, predisposte ad accompagnare il malato durante il percorso.

Nel caso in cui i parenti decidano di far giungere autonomamente il malato in aeroporto, la scorta medica sarà comunque già pronta sul posto ad attenderlo, dotata di tutta l’attrezzatura necessaria ad affrontare il volo sanitario.

Una volta che l’aereo sarà atterrato nella località prescelta, il paziente troverà ad attenderlo nuovi mezzi di soccorso via terra e sarà scortato dal team medico fino al letto della clinica di destinazione, oppure della propria abitazione (assistenza da letto a letto).

Scorta medica su volo di linea

Il servizio di scorta medica su volo di linea offre la possibilità di rimpatriare ammalati barellati, oppure seduti, a seconda delle loro condizioni cliniche. Per poter fare ciò, viene organizzato il viaggio prenotando uno o più posti sul velivolo, in modo da poter sistemare comodamente a bordo la barella e l’attrezzatura sanitaria necessaria.

Eventuali accompagnatori avranno un posto riservato e potranno viaggiare vicino alla persona cara, poiché la società incaricata a effettuare il rimpatrio sanitario si occuperà del trasferimento in ogni dettaglio.

Il personale medico e infermieristico, oltre a essere il più idoneo al tipo di patologia riportata dal paziente da trasferire, sarà scelto anche secondo criteri ben precisi. Sarà infatti molto importante, prestare particolare attenzione all’aspetto della compatibilità tra medico e paziente, avendo cura di affiancare al malato medici e infermieri in grado di infondergli serenità e fiducia.

Soltanto mettendo al primo posto il benessere del paziente, sotto ogni aspetto, ci saranno altissime probabilità di riuscire a effettuare un rimpatrio sanitario di successo.

Contattateci

Per saperne di più su come funziona un volo sanitario con scorta medica, vi invitiamo a contattare il nostro numero internazionale gratuito, attivo 24 ore su 24. Troverete personale altamente preparato nell’organizzazione di rimpatri sanitari, in grado di rispondere alle vostre domande e pronto a consigliarvi al meglio.

Torna alla pagina iniziale