I rischi di un volo in aeroambulanza

Tempo di lettura: 2 minuti

Partiamo dalla cosa più importante: un’aeroambulanza rappresenta una possibilità per trasportare un paziente in sicurezza. La moderna attrezzatura medica presente in un’aeroambulanza rende possibile assistere il paziente come se si trovasse in un reparto di terapia intensiva di un ospedale. Inoltre, durante il volo, l’assistenza è individuale grazie alla presenza di un medico di bordo, il quale viene assistito anche da un infermiere o da un paramedico.

Arzt schreibt auf Klemmbrett

In tal modo, sarà possibile trasportare persino i pazienti gravemente ammalati nel massimo della sicurezza. E visto che prima del volo viene effettuata una minuziosa verifica dell’idoneità al trasporto, non si procede al trasporto di pazienti per i quali il volo in aeroambulanza potrebbe rappresentare un pericolo.

Tuttavia, un volo in aeroambulanza è comunque collegato a una serie di rischi, sui quali desideriamo fornirvi di seguito alcune informazioni.

Documentazione medica ingannevole

Alcuni ospedali sono felici di “liberarsi “di un paziente quando le cure prestate costituiscono una sfida. Pertanto, in singoli casi i medici curanti compilano i documenti medici tralasciando informazioni rilevanti o riportandole in modo eufemistico. A volte, il personale medico va incontro al desiderio dei parenti del paziente di trasferirlo, riportando pertanto nella documentazione informazioni sul suo stato di salute più positive rispetto alla realtà effettiva.

Tuttavia, è sulla documentazione medica che i medici si basano per giudicare l’idoneità al volo del paziente. Se la documentazione è ingannevole, può accadere che si prepari il trasporto di un paziente in realtà non eseguibile da un punto di vista sanitario. 

Naturalmente, il nostro team di medici controllerà di persona il paziente ancora una volta prima di procedere con il trasporto. Di solito, è qui che ci si accorge se il paziente non è idoneo al trasporto e, di conseguenza, l’operazione viene interrotta. In realtà si tratta della miglior soluzione per il paziente stesso, in quanto l’esecuzione dell’operazione comporterebbe “solo” costi consistenti. Tuttavia, può accadere che la differenza tra il contenuto della documentazione e lo stato di salute effettivo non sia riscontrabile nel corso di una visita medica. Ciò comporta un aumento della probabilità di incorrere in serie complicazioni durante il volo.

Cambiamenti a breve termine dello stato di salute

Anche se la documentazione medica è completa e corretta dal punto di vista dei contenuti, essa riporta solo lo stato di salute riscontrato in un preciso momento. Idealmente, il volo dovrebbe avvenire lo stesso giorno o il giorno successivo alla visita, di modo che le informazioni riportate siano attuali. Tuttavia, già in questo breve arco di tempo è possibile che lo stato di salute del paziente peggiori, facendo sì che la documentazione medica non rispecchi lo stato di salute effettivo.

medizinischer Monitor

Anche in questo caso, il peggioramento delle condizioni di salute viene notato prima del volo. Ma se il cambiamento di tali condizioni è sì grave, ma comunque non evidente, possono verificarsi dei problemi durante il volo.

Mancata collaborazione del paziente

Il paziente stesso deve decidere se procedere con il trasporto tramite aeroambulanza oppure no. Nel caso in cui a essere responsabile per il paziente sia un tutore, è questi a decidere in merito. I nostri pazienti solitamente sono molto contenti di poter essere trasferiti, motivo per cui raramente si verificano dei problemi.

Tuttavia, in singoli casi è possibile che un paziente cambi idea e comunichi ai nostri medici di non voler procedere al trasporto. In questo caso, rispettiamo il suo desiderio e interrompiamo l’operazione.

Nel caso in cui il paziente sia accompagnato da un tutore, un atteggiamento favorevole al trasporto è sicuramente vantaggioso. Se il paziente non è cooperativo durante il trasporto e non si lascia aiutare dai nostri medici, il rischio di complicazioni durante il volo aumenta.

Rischi residui

Persino durante un volo sanitario preparato alla perfezione e in cui tutte le parti coinvolte collaborano tra loro, sussiste un minimo rischio residuo. Il trasporto comporta sempre un certo onere per il paziente. Pur facendo di tutto per ridurre al minimo tale onere, in casi singoli il viaggio può influenzare negativamente lo stato di salute del paziente. Grazie all’esperienza dei nostri medici e all’attrezzatura medica disponibile a bordo, solitamente siamo in grado di intervenire anche in questi casi e, pertanto, di ristabilizzare il paziente. Non è tuttavia possibile escludere complicazioni al 100%.

Contattaci