Evacuazione medica: cos’è e come funziona

L’evacuazione medica viene eseguita in situazioni di emergenza, laddove vi siano fattori di pericolo ambientale o sanitario, che possano mettere in pericolo la vita delle persone.

Questo accade in particolar modo in occasione di catastrofi biologiche, mediche o tecniche, che comportino ingenti danni a un determinato stato o territorio e la conseguente necessità di evacuare al più presto la zona.

Si parla di evacuazione medica, quando sussiste la necessità di trasportare pazienti da uno stato all’altro, in modo da permettergli di ricevere le cure mediche altrove, in località più sicure.

Evacuazione medica: cos’è e come funziona

Alluvioni, frane, eruzioni vulcaniche, terremoti, incidenti di estrema entità: tante possono essere le condizioni che richiedono un trasporto sanitario urgente di una o più persone.

In tali situazioni, al fine di proteggere la popolazione colpita, è necessario intervenire rapidamente, tramite un piano di evacuazione ben preciso, mirato a soccorrere e mettere al sicuro, in breve tempo, quante più persone possibili.

Allontanare immediatamente quest’ultime dalle zone a rischio, è senz’altro l’obiettivo principale da raggiungere. I voli sanitari di emergenza, sono in grado di intervenire tempestivamente anche in aree di guerra o considerate a elevata pericolosità.

Evacuazione medica in aeroambulanza

L’evacuazione medica in aeroambulanza è il metodo più immediato per prelevare i pazienti dalle zone a rischio. Tramite gli aerei ambulanze, adeguatamente attrezzati per prestare soccorso di emergenza, è possibile trasportare anche interi gruppi di persone.

Utilizzando questi mezzi, il trasferimento sanitario sarà eseguito sotto la supervisione di medici e infermieri specializzati, che scorteranno i malati da trasferire fino alla destinazione richiesta.

Tramite un numero telefonico internazionale gratuito, è possibile inoltrare la vostra richiesta di soccorso, che verrà immediatamente presa in carico, evitando lunghe trafile burocratiche e inutili tempi di attesa. Il piano di evacuazione verrà subito programmato da personale altamente esperto, che metterà a vostra disposizione i velivoli necessari al trasporto, in maniera sicura e tempestiva.

In caso di richieste di intervento su territori difficili da raggiungere, saranno impiegati aerei di soccorso capaci di arrivare in zone impervie, in grado di atterrare e decollare su piste brevi.

Stiamo parlando delle aereo ambulanze con motore a turboelica, decisamente più piccole dei jet ambulanza, ma capaci di avvicinarsi più facilmente a zone poco accessibili.

Evacuazione medica in eliambulanza

Al fine di portare a termine nel miglior modo possibile un’operazione di evacuazione medica di emergenza, possono essere, talvolta, impiegati mezzi di elisoccorso.

Ovviamente, gli elicotteri sono in grado di trasportare un minor numero di persone rispetto ai jet ambulanza o alle aereo ambulanze a turboelica, per cui bisogna valutare attentamente quale velivolo è opportuno impiegare, caso per caso.

L’evacuazione medica può venire pianificata, oltre che in occasione di effettivo pericolo o avvenuta catastrofe, anche a scopo preventivo. Ciò significa che, se siete in procinto di recarvi in zone a elevata pericolosità, ad esempio a scopi lavorativi (aprire un’attività commerciale, gestire un’azienda ecc...), potete richiedere un piano di evacuazione personalizzato, al fine di essere pronti ad affrontare l’eventualità di un rimpatrio sanitario urgente.

È possibile, inoltre, stipulare alcune assicurazioni sanitarie, che coprano tutte le spese necessarie ad affrontare le varie operazioni di trasporto, dalla zona a rischio alla clinica di destinazione del paziente.

Contattateci

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a rivolgervi al nostro Centro di Aeroambulanza con numero gratuito, attivo 24 ore su 24, sette giorni su sette: saremo lieti di aiutarvi e consigliarvi nel miglior modo possibile. Prendete contatto:

Torna alla pagina iniziale